fbpx

Javier Pereiro Barceló: “con il BIMserver.center Education, gli studenti possono imparare in classe ad utilizzare i software BIM”

Share this:
  • “Le università dovrebbero essere decisive per portare la digitalizzazione del settore delle costruzioni e nel loro curriculum, che prevede la tecnología Open BIM”
  • “Quest’anno stiamo vedendo come il numero di richieste di professori universitari che desiderano utilizzare la piattaforma di educazione BIMserver.center con i loro studenti non ha smesso di crescere”

Con BIMserver.center Education lo studente impara dall’aula a utilizzare il software BIM, gestire le informazioni con standard aperti e comprendere un flusso di lavoro collaborativo

Javier Pereiro Barceló

Ingegnere Civile

Javier Pereiro Barceló, ingegnere civile, specialista strutturale di CYPE, é responsabile della piattaforma BIMserver.center Educational. Javier ci racconta in questa intervista lo stato della formazione BIM in Spagna e come viene utilizzata la piattaforma BIMserver.center Education nelle università e nei centri di formazione per promuovere l’uso di questa tecnologia in un contesto educativo sicuro e confidenziale.



Cos’é il BIMServer.center Education?

BIMServer.center Education è una piattaforma integrata nel BIMServer.center appositamente progettata per essere utilizzata dalle università , dai centri di formazione, dalle scuole tecniche e dalle società di formazione. Grazie ai suoi strumenti, insegnanti e studenti lavorano nello stesso ambiente con sicurezza e con la possibilità di creare, condividere e sviluppare progetti di costruzione basati sulla tecnologia Open BIM.

Che vantaggi offre il BIMserver.center Educational nei sistema di istruzione e formazione?

Uno di questi è la fruibilità offerta agli insegnanti nel proporre pratiche. Gli insegnanti possono creare un “progetto modello” ed automaticamente creare un numero di copie per i propri studenti che ricevono la traccia. Ciò significa un notevole risparmio di tempo per gli insegnati, mentre consente agli studenti di lavorare in modo indipendente sul progetto e di esercitarsi con gli strumenti Open BIM.

Inoltre, i progetti creati in BIMserver.center Education non occupano spazio di archiviazione, per cui non vi è un limite di contenuti né di progetti che si possono caricare sulla piattaforma.

Allo stesso modo, sia gli insegnanti che gli studenti possono costruire il proprio CV digitale sulla piattaforma che comprende tutti i progetti e i corsi che hanno sviluppato o a cui hanno partecipato. Nel caso degli insegnanti, questo evita che i lavoro svolto nelle classi venga dimenticato e non possa essere usato, ad esempio per accreditarsi alla carriera di dottorato.

La piattaforma dispone di applicazioni per visualizzare i progetti in Realtà Aumentata. Come può questa tecnologia aiutare l’apprendimento?

L’insegnante può selezionare un progetto e visualizzarlo in modo condiviso con tutti gli studenti. Ad esempio, il docente può visualizzare un edificio al centro della classe e tutti gli studenti possono osservarlo e studiarlo con i loro dispositivi mobili dal proprio punto di vista. Questo è molto interessante dal punto di vista educativo poiché si può ispeziona in forma dinamica: la modellazione 3D degli spazi, il sistema di struttura portante, la disposizione degli impianti ecc …

Gli studenti lavorano in forma indipendente o devo possono lavorare in gruppi per sviluppare i progetti?

Questo è uno dei punti più importanti della piattaforma. La tecnologia Open BIM comporta, tra molti fattori, la collaborazione e l’integrazione disciplinare. In questo modo gli studenti imparano a lavorare in gruppo o a collaborare con altre figure o con più discipline per volta.

Pertanto, BIMServer.center Education è una piattaforma adatta per studenti di differenti discipline (architettura, ingegneria, costruzione, impianti, telecomunicazioni, sicurezza, …) poiché si lavora in tempo reale con software diversi su un’unica piattaforma e gli insegnanti possono supervisionare una o più parti e sviluppare progetti BIM con i loro studenti.

Come può un’università o un ente di formazione usufruire del BIMServer.center Education?

Molto semplice! Gli insegnanti possono registrarsi gratuitamente sul BIMserver.center, con una mail valida ed una password. Poiché BIMserver.center Education è una sezione del BIMserver.center, gli utenti che sono anche docenti e dispongono di un account possono utilizzare la sezione Educational, usando le stesse credenziali dell’account già creato, aggiungendo solo i dati relativi all’università ed al dipartimento di appartenenza.

Come viene implementata la tecnologia Open BIM nell’Università?

Prima di rispondere a come viene implementata, penso che sia importante analizzare quanto viene implementata. L’anno scorso, alcune università hanno iniziato ad insegnare ai loro studenti la metodologia di lavoro Open BIM attraverso l’uso di BIMserver.center Education, come l’Università di Malaga.

Quest’anno ce ne saranno molte altre. Abbiamo ricevuto molte richieste da professori che sono interessati a conoscere questa tecnologia, anche da università che in un primo momento avevano dichiarato che non l’avrebbero utilizzata, ma che quest’anno lo farebbero. Tutto ciò dimostra che le università si stanno preparando a formare futuri ingegneri e architetti che conoscano la tecnologia BIM, perché presto sarà obbligatorio presentare i progetti in formato BIM. Ad esempio, l’osservatorio BIM pubblica regolarmente rapporti che dimostrano come l’aumento nelle gare d’appalto pubbliche dei requisiti BIM continui ad aumentare.

Rispondendo a come la tecnologia Open BIM è implementata nell’università, non esiste un criterio comune giudicante quando si tratta di metterla in pratica. In nessun paese al mondo. Alcune università hanno integrato l’insegnamento BIM con ore di insegnamento durante il corso di studi, altre inseriscono questo approfondimento nei master e altre ancora hanno creato dei propri titoli dedicati al BIM. Ma, per ora, poche usano il BIM in modo completo per costruire un curriculum digitale per i propri studenti.

Quale sarebbe, a suo avviso, l’implementazione raccomandabile?

L’implementazione raccomandabile è quella che permetterà agli studenti di sfruttare a proprio vantaggio l’elaborazione BIM nei progetti. Le università dovrebbero impegnarsi fermamente a trasformare i curriculum in forma digitale del settore delle costruzioni , cosa che questa tecnologia permette. Inoltre, poiché i progetti BIM prevedono un lavoro collaborativo tra le discipline, le università dovrebbero garantire collegamenti trasversali tra i diversi dipartimenti, materie e corsi, all’interno della stessa università o tra enti diversi.

In che modo il BIMserver.center Education aiuta a diminuire queste difficoltà?

BIMServer.center Education offre la tecnologia necessaria per sviluppare in tutte le parti i progetti ed è la piattaforma ideale per portare la tecnologia Open BIM nei curriculum digitali universitari e per promuovere il coordinamento tra diversi dipartimenti, materie e discipline. In Spagna, ci sono centri come l’Università di Malaga o la UMH di Elche in cui studenti di diverse materie realizzano già progetti reali con tecnologia Open BIM, utilizzando proprio il BIMServer.center Education. Anche l’università di Siviglia ha aderito a questo cambio ed offre ai propri studenti questi strumenti per la realizzazione dei progetti.

Quali sono i vantaggi di questa piattaforma per gli studenti?

I vantaggi come già detto sono molti. Da un lato, gli studenti imparano in aula la gestione del software BIM, per gestire le informazioni con standard aperti (ovvero, lavorare in Open BIM), nonché per comprendere un flusso di lavoro collaborativo che consente di risolvere progetti reali.

D’altra parte, il singolo studente ha una comprensione maggiore del progetto essendo in grado di vederlo in modo integrato quando lavora con altri colleghi di altre discipline. Ciò migliora l’acquisizione delle competenze specifiche e anche trasversali, che stanno diventando sempre più importanti nel mondo dell’ingegneria e nella costruzione del proprio curriculum, come il lavoro di squadra, la pianificazione del tempo, ecc.

Inoltre, voglio ricordare, i progetti educativi non occupano spazio di archiviazione nella piattaforma ed i ragazzi possono visualizzare i loro progetti sul proprio dispositivo mobile: persino vederli in realtà aumentata. È inoltre possibile utilizzare le licenze accademiche delle applicazioni nello Store del BIMserver.center in questi progetti, che sono funzionali tanto quanto le versioni professionali. Esistono più di 100 applicazioni di ogni tipo, compresi software di fabbricanti, non solo quindi per stilare il progetto preliminare, ma anche per essere in grado di eseguirle di elaborare quello esecutivo con macchinari e sistemi reali, presenti sul mercato.

I progetti realizzati con gli studenti. Vengono poi riconosciuti dai datori di lavoro?

Questo è un altro dei punti più apprezzati dagli insegnanti che usano la nostra piattaforma. Tutti i progetti realizzati dagli studenti sono memorizzati nel loro account e ciò consente loro di inserirli nel proprio curriculum come esperienze verificate. Senza questa piattaforma, questo sarebbe difficile da dimostrare durante un colloquio professionale.

Share this:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *