fbpx

Benjamín González: “Open BIM COVID-19 offre sicurezza, potendo disporre di un resoconto in anticipo, elaborato in tempi brevissimi con le misure di protezione più appropriate per ogni spazio architettonico”

Share this:
  • “Con questo programma possiamo progettare e creare percorsi di circolazione ed evitare accuratamente il contatto tra le persone”
  • “Alberghi, ristoranti, scuole, ospedali, uffici, istituzioni pubbliche, aeroporti, grandi magazzini, piscine, spiagge, ecc. Tutti gli spazi possono ottimizzare i loro calcoli di sicurezza rispetto a COVID-19 con questo strumento”
  • “Lo strumento è completamente gratuito e permette la visualizzazione dei risultati in 2D, 3D, Realtà Aumentata e Realtà Virtuale grazie all’utilizzo della tecnologia Open BIM”

Open BIM COVID-19 offre sicurezza, potendo disporre di un resoconto anticipato, elaborato in tempi brevissimi, con le misure di protezione più appropriate per ogni spazio architettonico

Benjamín González Cantó

Direttore dello sviluppo aziendale di CYPE

La società di software per l’architettura, l’ingegneria e l’edilizia CYPE ha sviluppato il programma Open BIM COVID-19, uno strumento disponibile gratuitamente sulla nostra piattaforma per progettare, calcolare e implementare misure preventive anti contagio da COVID-19 sia negli edifici che negli spazi aperti. A tal fine, il software tiene conto di diversi criteri di protezione come la capacità massima, la distanza di sicurezza interpersonale stabilita dalla normativa o la separazione tra le persone e le vie di comunicazione. Abbiamo parlato con Benjamín González, Direttore dello Sviluppo Aziendale di CYPE, che ci ha spiegato le caratteristiche di questo programma innovativo



Come é nata l’idea di sviluppare Open BIM COVID-19?

L’idea è nata durante il confinamento in Spagna e quando si è prolungato lo stato di allarme per la crisi sanitaria dovuta al COVID-19. In quel periodo abbiamo osservato come i diversi governi dei paesi colpiti dalla pandemia hanno lanciato idee sulla riduzione della crescita del contagio e, più specificamente, sui criteri che i negozi ed i ristoranti, ad esempio, devono rispettare, soprattutto in termini di misure di sicurezza per riaprire garantendo una distanza minima di sicurezza interpersonale. Così abbiamo pensato che sarebbe stato davvero utile sviluppare un programma molto facile da usare con cui progettare e calcolare un piano di sicurezza per COVID-19 in qualsiasi spazio in cui ci fosse traffico di persone e che soddisfacesse una serie di criteri di sicurezza.

Che tipo di spazi possono essere calcolati con l’Open BIM COVID-19?

Qualsiasi spazio architettonico. Edifici, negozi, ristoranti, terrazze o locali, alberghi, ospedali, cinema, stadi di calcio, scuole, luoghi di culto, ecc. In breve, l’utente di questo programma ha solo bisogno di avere una pianta o un documento grafico dell’edificio o dello spazio aperto per poter pianificare misure preventive contro il coronavirus.

Quali sono i vantaggi di questo progetto e di questi calcoli per la sicurezza?

I vantaggi sono molteplici. In primo luogo, conoscere in anticipo, attraverso una simulazione, quali sono le misure di sicurezza più appropriate in base alle condizioni di ogni spazio. In questo modo, il proprietario di un ristorante, ad esempio, sa con certezza prima di prendere la decisione di aprire quante persone potrà ospitare nel suo locale e di ottimizzare la disposizione dei mobili offrendo la massima sicurezza ai suoi dipendenti e ai clienti. Inoltre, permette di progettare e creare percorsi di circolazione per evitare il contatto tra le persone.

Come si ottengono i risultati del programma?

Open BIM COVID-19 sviluppa un piano di sicurezza contro COVID-19 secondo alcuni criteri normativi. Una volta progettato, calcolato e verificato il progetto, il programma genera una lista degli elementi che compongono il piano di sicurezza contro l’infezione COVID-19, che può essere stampato o esportato nei formati TXT, HTML, RTF, DOCX e PDF, oltre a creare un piano dettagliato del piano di sicurezza.

Le amministrazioni pubbliche potrebbero trarre vantaggio dall’utilizzo di questo strumento?

Sì, e in modi diversi. Da un lato, potrebbero preparare ed adattare in anticipo gli spazi di lavoro negli edifici pubblici in modo molto efficiente. Ma non solo degli edifici, perché con le planimetrie della loro città, per esempio, si possono studiare e simulare le disposizioni del consumo di vivande all’aperto per i ristoranti ed i bar e stabilire la disposizione dei tavoli e le distanze di sicurezza. Potrebbero anche utilizzarlo per la pianificazione e l’ottimizzazione dell’organizzazione delle spiagge in vista di una loro futura apertura al pubblico: creazione di spazi specifici, corsie per il movimento delle persone, ecc.

Avete deciso di rendere gratuito il software. Perché?

Fin dall’inizio ci è stato chiaro che se avessimo sviluppato uno strumento per ridurre al minimo gli effetti di COVID-19 non l’avremmo monetizzato. Lo sviluppo di questo strumento è il risultato del nostro impegno per migliorare la sicurezza delle persone e cercare di offrire maggiore protezione negli spazi, fornendo un aiuto a tutti coloro che possono beneficiare dell’utilizzo di questo strumento: amministrazioni pubbliche, utenti, datori di lavoro, clienti, ecc. Pertanto, questa applicazione è completamente gratuita nella piattaforma cloud BIMserver.center.

Quanto tempo ci avete messo a sviluppare il software?

Open BIM COVID-19 è stato sviluppato in tempo record durante lo stato di allarme. In poche settimane siamo stati in grado di lanciare questa applicazione con l’ulteriore difficoltà di lavorare tutti online. È stata una vera sfida. E continuiamo a migliorarlo. La nostra idea è quella di evolvere e di incorporare nuove soluzioni. Ad esempio, stiamo implementando la generazione di un computo metrico estimativo delle scelte introdotte, così come la capacità di simulare come il virus si diffonde tenendo conto della velocità e del modello di dispersione delle particelle rilasciate con un colpo di tosse e con uno starnutoicon la tecnologia FDS.

In quali paesi è possibile utilizzare questo software?

In qualsiasi paese del mondo. Open BIM COVID-19 è disponibile in sei lingue (spagnolo, catalano, inglese, francese, italiano e portoghese) ed i parametri di sicurezza possono essere modificati manualmente a seconda delle esigenze di ogni nazione. Infatti, nei primi giorni l’applicazione è già stata scaricata in più di 30 paesi.

In che modo la tecnologia Open BIM vi è stata utile?

Questo software funziona all’interno del flusso di lavoro Open BIM, la più moderna tecnologia utilizzata nel settore dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia. Pertanto, utilizza file IFC4, ma anche altri tipi di tecnologia come i videogiochi per la visualizzazione 3D. Questa tecnologia offre grandi vantaggi e consente, ad esempio, di incorporare elementi di mobili di altri programmi. Inoltre, e grazie alla piattaforma BIMserver.center, il lavoro svolto con COVID-19 Open BIM può essere visto sia in Realtà Aumentata che in Realtà Virtuale, che permette di prendere decisioni migliori.

Share this:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *